Prestiti

Categoria: Guide e Consigli

prestiti per artigiani

Nati dall’esigenza di offrire un prodotto specifico per questa categoria professionale, i prestiti per artigiani sono stati pensati per fornire liquidità a condizioni vantaggiose.

Prestiti per artigiani: di cosa stiamo parlando

I prestiti per gli artigiani si contraddistinguono dalle altre soluzioni di finanziamento soprattutto per le peculiarità dei soggetti imprenditoriali a cui sono destinati. L’artigiano, per l’istituto di credito, è fondamentalmente un imprenditore che gestisce un’azienda la cui attività principale può essere tra le più diverse, ma che deve essere caratterizzata da un contenuto creativo e artistico che riguardi a realizzazione di prodotti o semilavorati che la distingua, per esempio, da un’azienda di servizi commerciali.

Per finanziare gli investimenti della propria azienda, tutti gli imprenditori ad un certo punto della vita dell’azienda, devono pensare a quale possa essere la miglior fonte di finanziamento. Ogni investimento deve corrispondere, per criteri di economicità, ad una fonte di liquidità coerente per durata e scadenze. Per venire incontro alle esigenze di una particolare categoria, quella degli artigiani, da parte degli istituti di credito sono stati iniziati ad erogare specifici prestiti per artigiani.

Le agevolazioni dei prestiti per gli artigiani derivano dall'applicazione della legge 949/52.

Questa legge prevede facilitazioni nell'accesso al credito grazie a contributi in conto interesse e in conto capitale, sia come aiuti fiscali o sia come somme erogate da fondi messi a disposizione dall'Unione Europea e gestiti solitamente dalle singole Regioni.

Prestiti per artigiani: requisiti per accedervi

Tra gli aspetti salienti da tenere in considerazione per questo tipo di prestiti, c’è la finalità per cui vengono erogati: questa deve essere strettamente legata all’attività aziendale. Tra queste possono esserci gli acquisti dei macchinari, la formazione delle scorte per alimentare il processo produttivo, ma anche spese per attività di branding, finalizzate al far conoscere la propria attività magari a livello locale.

Ci sono tante modalità con cui gli artigiani possono accedere al credito, tra cui ci sono anche i finanziamenti europei a fondo perduto. A questa forma di finanziamento si accede partecipando a specifici bandi, che possono essere diversi per durata e impiego dei soldi prestati: alcuni possono essere destinati agli investimenti di imprese già avviate, altri alle imprese in fase di avvio.

Prestiti per le fiere

Tra le possibilità di impiego di un investimento da parte di un artigiano, ci sono senz’altro gli eventi fieristici. Per poter far conoscere la qualità dei propri prodotti è indispensabile prendere parte alle principali fiere di settore. Questo però comporta dei costi, spesso non indifferenti: oltre al costo per lo stand, ci sono tante altre spese da sostenere, tra cui la stampa dei biglietti da visita, quelli per la realizzazione di un video per un eventuale schermo da mettere nello stand. Per finanziare tutta questa serie di uscite, alcuni istituti di credito mettono a disposizione dei prestiti ad hoc per le fiere, approvati più celermente rispetto ad altri e con tassi agevolati.

Se sei alla ricerca di un prestito ma non sai quale scegliere, possiamo consigliarti il finanziamento più adatto alle tue esigenze.

Potrebbe interessarti anche