prestiti con delega

I prestiti con delega di pagamento, o semplicemente prestiti delega, sono dei finanziamenti non finalizzati che permettono di aggirare il limite della cessione del quinto. I prestiti con cessione del quinto sono un ottimo sistema per ottenere credito se si è lavoratori dipendenti o pensionati, c’è però un limite alla cifra che si può ottenere, visto che la rata mensile non può superare un quinto della propria busta paga, o pensione.


Con un prestito delega è possibile ottenere un ulteriore finanziamento, arrivando quindi a pagare una rata equivalente a due quinti delle proprie entrate mensili. I prestiti con delega di pagamento consentono di ottenere in busta paga l’addebito di un 40% dello stipendio. Una rata piuttosto onerosa, ma comunque sostenibile. Questi prestiti sono infatti molto diffusi e permettono di ottenere liquidità in modo rapido e facile, a patto che si abbiano i requisiti.

Prestiti con delega di pagamento: i requisiti

I prestiti con delega di pagamentoPrima di richiedere un prestito delega è bene valutare con attenzione la propria situazione economica. Per ottenerlo basta essere lavoratori statali, dipendenti della pubblica amministrazione, o prestare servizio nelle Forze Armate, avendo comunque maturato un periodo di anzianità consistente, e accantonato il relativo TFR.

Anche i dipendenti privati possono ottenere questo prestito, ma non è detto che l’amministrazione dell’azienda lo accetti, molto dipende naturalmente dall’ammontare del vostro stipendio mensile. Questa tipologia di prestito viene concessa in genere anche ai protestati e a chi ha un pignoramento in atto.

Non servono particolari documenti o garanzie, se siete sicuri della vostra scelta, in poco tempo e senza troppe complicazioni potrete ottenere i soldi che vi servono.

Quanto si può ottenere grazie ai prestiti con delega di pagamento

Il prestito con delega permette di ottenere una liquidità che può raggiungere i 90.000 euro, la rata di rimborso mensile, così come avviene per la cessione del quinto, resta fissa per tutta la durata del piano di ammortamento, che può durare fino a 10 anni ed è rinnovabile prima della scadenza.

Si tratta di un prestito non finalizzato, si ha quindi assoluta libertà su come utilizzare la cifra ottenuta. A volte questo tipo di prestito si usa per consolidamento debiti, permettendo di riorganizzare in un’unica rata tutti i finanziamenti in corso.

Il prestito delega per legge deve essere protetto da due polizze assicurative, il cui pagamento è incluso nelle rate mensili. Una polizza scatta in caso di perdita involontaria del lavoro, in questo caso sarà la compagnia assicurativa a garantire l’estinzione del debito residuo. C’è poi una polizza vita, che solleva gli eredi dal pagamento del debito residuo.